GHELOS

Ghelos: presentiamo la nostra rubrica storica

Parlare della storia del territorio di Gela è un compito assai arduo e complicato. Considerando sia il lungo arco temporale, che ha visto numerose civiltà e culture susseguirsi; sia la poca o quasi totale assenza di fonti storiche e archeologiche nelle fasi di passaggio tra un insediamento e l’altro.

Conosceremo la nostra terra…

Occorre pertanto partire proprio dal concetto di “storia del territorio di Gela“. I suoi confini, risultano essere inseriti  in  un’area geografica ben definita, la Sicilia centro-meridionale. Si trova nel mezzo di un ampio Golfo sul Mar Mediterraneo. Alle sue spalle si estende una grande piana alluvionale (la seconda dell’Isola). Questa è cinta da una corona di colline e  percorsa da numerosi corsi d’acqua, di cui il maggiore è il fiume Gela.  Un’area geografica “privilegiata” dunque. Privilegiata da caratteristiche fisiche e climatiche uniche che hanno consentito l’insediarsi di comunità umane sin dal tardo neolitico.

… e la sua storia.

Per meglio facilitare la comprensione dei vari “momenti” che hanno caratterizzato le stratificazioni culturali del nostro territorio, viene qui proposta una rubrica storica che chiameremo “Ghelos“. Ghelos deriva dal nome del dio fluviale rappresentato nelle monete della città greco-dorica di Ghela, e con il quale veniva identificato il fiume Ghelas, oggi fiume Gela.

Attorno e nei pressi di questo fiume molte civiltà si sono susseguite: città fiorenti ed egemoni hanno lasciato il posto a macerie ed abbandono, per poi di nuovo “rinascere”. L’utilità, la ricchezza e la bellezza del luogo, lasciarono spazio a nuove città, nuovamente fiorenti, nuovamente piene di popolo.

Benvenuti!

Attraverseremo i millenni  raccontando la storia di un terra  unica. Qui sono vissuti personaggi che hanno caratterizzato ed influenzato la cultura occidentale. Scopriremo che si sono svolti  eventi che hanno cambiato la storia dell’uomo. Tutto questo verrà descritto attraverso una serie di articoli divisi per fasi storiche. Cominceremo dalla preistoria sino ad arrivare alla seconda guerra mondiale. Il racconto sarà in tappe per meglio conoscere le nostre origini e la storia del nostro territorio.

 

Giuseppe La Spina

Autore: Giuseppe La Spina

Giuseppe La Spina, dottore in archeologia, promuove da diversi anni una serie di iniziative per la promozione e valorizzazione del patrimonio storico, archeologico ed artistico del territorio di Gela. Dal 2013 è eletto Direttore del Gruppo Archeologico Geloi mentre nel 2016 è eletto segretario regionale dei Gruppi Archeologici d’Italia, organizzazioni con le quali promuove una serie di iniziative riguardanti il tema dei beni culturali in Sicilia.
Dal 2014 realizza una serie di pubblicazioni a seguito delle attività di scavo presso la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina, attività di scavo subacqueo e recupero presso l’area di Bulala, attività di studio e ricerca nel territorio di Gela.
Nel 2014 viene nominato Direttore del Mediterranean International Centre of Studies, centro studi che svolge attività di ricerca, studio e scavo in ambito archeologico e convenzionato con diverse università europee ed enti preposti.
Dal 2015 collabora con diverse testate giornalistiche e riviste attraverso la pubblicazioni di articoli avente come tema la salvaguardia e la conoscenza del patrimonio archeologico.
Nel 2016 è autore della scoperta della “Pietra Calendario” di contrada Cozzo Olivo, un orologio solare risalente all’età del bronzo. La scoperta è stata confermata nel Marzo del 2017 dall’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Ghelos: presentiamo la nostra rubrica storica ultima modifica: 2017-04-21T13:21:24+00:00 da Giuseppe La Spina

Comments

comments

Più letti

To Top