CIBO E RICETTE

A pasta co’ capuliato. L’alternativa alla spaghettata aglio, olio e peperoncino

pasta co' capuliato

“A pasta co’ capuliato” è un piatto tradizionale tipico della città di Gela e parte della Sicilia occidentale meridionale. Questo piatto fa parte della cucina povera sicula. Infatti l’unico protagonista incontrastato è il capuliato, ovvero nient’altro che del pomodoro secco tritato, insaporito con olio extravergine d’oliva, basilico fresco, aglio e peperoncino. Ingredienti semplici, economici e reperibili anche nell’orto di casa propria. Nonostante il benessere economico dei tempi moderni e il dilagare di nuovi alimenti e stili di vita più sofisticati, la pasta col capuliato rimane uno dei piatti più apprezzati nella cultura gastronomica gelese.

Il capuliato

Dopo aver selezionato i pomodori più rossi e dolci, questi si “stendono” sotto il sole, cosparsi di sale. Dopo un paio di giorni il pomodoro avrà perso gran parte della sua acqua. “Raccolti” i pomodori secchi ( in dialetto chiappi), ingrediente principe del capuliato, si procede ad insaporirlo con aglio, basilico, peperoncino e olio extra vergine d’oliva. Solitamente viene conservato in barattoli di vetro, coperti da uno strato d’olio in superficie, in modo da utilizzarlo per tutto l’anno. Oggi si tende anche a conservarlo sotto vuoto, in modo da diminuire la quantità d’olio d’oliva. Il periodo di produzione va da Giugno fino ad Agosto-Settembre, quando il sole è molto forte. Occorre avere una campagna o un terrazzo, per poter far seccare i pomodori in modo adeguato. Forse è per questo motivo che oggi, sempre più famiglie comprano i pomodori secchi al mercato.

In Sicilia, il capuliato pronto si riesce a trovare anche nel banco salumi dei supermercati. Qualora non lo trovaste potete realizzarlo tritando finemente: 200 gr di pomodori secchi, una decina di foglie di basilico, peperoncino (a vostro piacimento), uno spicchio di aglio fresco e del sale (a vostro piacimento). Potete utilizzarlo subito per condire la pasta, oppure conservarlo in frigorifero dentro un barattolo di vetro.

Capuliato

Capuliato

Come preparare la pasta col capuliato a casa.

Realizzare questo piatto è veramente facile, ma il segreto di una buona riuscita è sicuramente la qualità  degli ingredienti utilizzati. Se usate una pasta di tipo artigianale e un capuliato fatto in casa, il risultato sarà sicuramente eccezionale.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di spaghetti,
  • 150 gr di capuliato
  • 8 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • Peperoncino q.b.
  • 2 spicchi d’aglio

Preparazione:

In una padella, abbastanza grande, soffriggete l’olio con gli spicchi d’aglio per un minuto. Poi togliete gli spicchi d’aglio dall’olio e aggiungete il capuliato. Fatelo cuocere a fiamma bassa per 5 minuti, in modo che si sciolga per bene. Mettete in cottura gli spaghetti, meglio usare quelli ruvidi di tipo artigianale, perché creeranno una perfetta emulsione tra pasta e il capuliato. Appena gli spaghetti saranno cotti, aggiungete un mestolo di acqua di cottura nella padella col capuliato. Buttate gli spaghetti scolati direttamente in padella e aggiungete prezzemolo e peperoncino. Mantecate a fiamma spenta fin quando non vedrete che la pasta risulterà cremosa.

Il momento della mantecatura

Il momento della mantecatura

Consiglio:

Se fa molto caldo tendete ad aggiungere un po’ più d’olio e acqua di cottura in fase di mantecatura, perché una volta impiattata si asciugherà  molto rapidamente.

Giuseppe Abbaco

Autore: Giuseppe Abbaco

In arte PeppeGourmet, sono un blogger appassionato di cucina. Tra le mie passione ci sono anche la fotografia e il cinema.

A pasta co’ capuliato. L’alternativa alla spaghettata aglio, olio e peperoncino ultima modifica: 2017-06-13T11:20:41+00:00 da Giuseppe Abbaco

Comments

comments

Più letti

To Top