NOI GELESI

Alla scoperta della Riserva naturale di Gela

Riserva naturale Gela

Si chiama Riserva Naturale Orientata e si estende lungo il lago Biviere: questo lembo di terra nel territorio di Gela è tutelato sin dal 1997. Fauna e flora vi regnano incontrastati senza subire l’intervento dell’uomo e tantissimi volontari ogni giorno si preoccupano di salvaguardare l’ecosistema e i suoi abitanti. L’ambiente umido e il clima mite sono le condizioni che permettono la riproduzione di molte delle specie presenti e la storia del lago Biviere non fa che accrescere l’importanza di questo splendido luogo nella natura.

La riserva e il lago Biviere

Lo storico specchio d’acqua, oggetto della triste storia d’amore della leggenda del lago Biviere, insieme ai silenziosi sentieri all’interno dell’area protetta sono i punti di forza di una riserva che è molto cara agli abitanti di Gela. In tanti non perdono occasione di trascorrere una giornata qui, all’insegna della natura e della pace dei sensi. Si può anche fare trekking all’aria aperta oppure organizzare deliziosi pic-nic nelle aree appositamente attrezzate. La riserva naturale si occupa di proteggere il territorio, gli animali e le piante presenti, ma anche promuovere l’uso sostenibile dell’acqua e organizzare diverse iniziative per la salvaguardia dell’ambiente.

Riserva naturale Gela, flora e fauna

Il paesaggio naturale offerto dalla Riserva Naturale a Gela

Il suo impegno non è svolto a livello locale, ma internazionale. In accordo con i principi dell’Aewa, (African-Eurasian Migratory Waterbirds Agreement – Trattato per la conservazione degli uccelli migratori afroasiatici), si batte a favore della protezione della natura nel mondo. L’obiettivo è proteggere i 255 uccelli che vivono nelle zone umide e sono soggetti alla migrazione.

Flora e fauna nella Riserva Naturale

Tutelati dalla riserva naturale, gli uccelli qui presenti vivono in assoluta libertà. Si tratta di animali che nell’area protetta nidificano e si nutrono durante la stagione invernale, prima di spostarsi verso il Nord dell’Europa quando il clima diventa per loro troppo caldo. Gli aironi, cenerino, rosso e anche bianco maggiore, vivono qui insieme a moltissime anatre, ai limicoli (uccelli che si cibano di insetti) e ad alcuni rapaci, tra cui il falco di palude, la poiana e il falco pescatore, anche se di vede più raramente.

Riserva naturale Gela, airone

Esemplare di airone cenerino, specie presente all’interno della Riserva naturale di Gela

Il simbolo della Riserva è il mignattaio, dal becco ricurvo, ma ci sono anche spatole dal becco arrotondato, il martin pescatore e l’upupa. Oltre agli uccelli all’interno della Riserva protetta vivono anche diversi mammiferi. Si possono scorgere le volpi, i conigli, i ricci, gli istrici e le donnole, ma anche diversi rettili e anfibi. Farfalle e libellule colorano tutto con le sfaccettature cromatiche delle loro ali e quel lieve sfarfallio che risuona nel silenzio della natura. I fiori che crescono in questo territorio umido sono le orchidee selvatiche, le ginestre bianche e il fiordaliso delle spiagge. Tra le piante ci sono invece rosmarino selvatico e timo. Il lago Biviere fa da cornice a questo splendido paesaggio protetto dove la natura vive secondo i suoi ritmi.

Cristina Fontanarosa

Autore: Cristina Fontanarosa

Laureata in materie umanistiche ha fatto della sua passione per la scrittura e il giornalismo un vero lavoro a cui si dedica a tempo pieno. Vive in Sicilia ma gira il mondo coi suoi pezzi che trattano di tutto e di tutti, con la voglia di scoprire sempre cose nuove e luoghi interessanti.

Alla scoperta della Riserva naturale di Gela ultima modifica: 2019-02-13T15:27:09+02:00 da Cristina Fontanarosa

Commenti

Più letti

To Top