CIBO E RICETTE

Spaghetti con le telline, frutti dal sapore del mare di Gela

3f604cbeb4490250a8047c80f9cf35cf L

La pasta è regina della tavola in Italia, ma se accompagnata dai frutti di mare, diventa davvero sublime. Le telline, note a Gela come pateddi, che un tempo si trovavano copiose sul bagnasciuga e raccogliendole si mangiavano anche fresche. Ora si comprano nelle pescherie o direttamente dal pateddaro,  professionista della raccolta ma il gusto di questi deliziosi molluschi è sempre lo stesso.
Gli spaghetti con telline si posso trovare nei migliori ristoranti siciliani, ma sono facili da fare anche a casa.

spaghetti con telline

I pateddi

Il profumo del prezzemolo tritato, l’odore intenso dell’aglio che si sposa con l’oro dell’olio extra vergine d’oliva, e la freschezza del basilico, rappresentano ingredienti un must sulla tavola del Bel Paese.
La preparazione della pasta che pateddi è molto facile e il tempo richiesto per questa saporita pietanza, è tutto sommato quello necessario per la cottura della pasta. È importante prima di iniziare, mettere a mollo le telline in acqua di mare oppure in acqua fredda con l’aggiunta di un po’ di sale per una notte per consentire loro di depurarsi dalla sabbia. E’ necessario cambiare l’acqua dei molluschi un paio di volte per eliminare del tutto residui di sabbia. Dopo aver effettuato questa operazione, bisogna scolarli, sciacquarli più volte in acqua fredda e lasciarli sgocciolare.

La ricetta degli spaghetti con telline

Gli ingredienti necessari per quattro persone sono: 400 g di spaghetti, 400 g di telline, o pateddi, due spicchi d’aglio, olio extravergine d’oliva, prezzemolo e peperoncino a piacere.
Riempite una pentola d’abbondante acqua e portatela a ebollizione, preparando nel frattempo un trito di prezzemolo fresco. Poi, in una padella capiente versate dell’olio extravergine d’oliva, aggiungendo uno spicchio d’aglio intero, oppure se piace, tagliatelo a pezzetti, senza trascurare d’aggiungere un po’ di peperoncino, se si gradisce il piccante. Solo ora si devono mettere le telline in padella, aggiungendo mezzo bicchiere d’acqua. Ora potete coprire la padella con un coperchio fino a quando le telline non saranno completamente aperte.

spaghetti con telline

Un sughetto rosso per gli spaghetti con le telline

Sfumare i molluschi con po’ di vino bianco, aggiungendo il trito di prezzemolo; mantenere il fuoco vivo per qualche minuto e poi spegnere.
Le telline possono essere lasciate nel loro guscio oppure in parte sgusciate.

Impiattamento finale della pasta

Quando l’acqua arriva a ebollizione, basta calare gli spaghetti e lasciarli cuocere il tempo necessario, senza scordare di salare il tutto. A cottura ultimata, scolate la pasta al dente e saltatela in padella con aglio, olio con telline preparato, e aggiungete un po’ d’acqua di cottura, facendo amalgamare gli ingredienti, celebrando il loro sposalizio in un tripudio di profumi sublimi. Si creerà un sughetto gustoso.
La pasta è così pronta per essere servita. Quando avrete impiattato gli spaghetti con telline ben mantecati, potrete finire il lavoro con le telline con ancora il guscio, per non rinunciare a quella convivialità che si crea a tavola, quando ridendo e chiacchierando si sgusciano i molluschi con le mani per mangiarli.

Telline

La raccolta delle telline

La difficoltà di questo piatto è davvero minima e per realizzarla occorrono pochi minuti in tutto.
Per un piatto ancora più saporito si può aggiungere in padella del ciliegino a pezzetti o  anche una manciata di vongole; provate!

Buon appetito con i sapori della tradizione e altri piatti da scoprire!

 

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono web editor, giornalista, autrice di romanzi.
Amo la letteratura, lo sport l’arte, e i mutamenti del costume.
Amo andare nei musei, sono curiosa del mondo e oltre a scrivere, amo molto leggere e imparare.

Spaghetti con le telline, frutti dal sapore del mare di Gela ultima modifica: 2018-07-26T08:08:35+00:00 da Simona Aiuti

Commenti

Più letti

To Top