EVENTI E SAGRE STORIA

Gela teatro dell’Operazione Husky: al via le manifestazioni per il 75° anniversario

Operazione Husky A Gela

10 luglio 1943 gli eserciti anglo-americani danno il via all’Operazione Husky. Settantacinque anni dopo Gela commemora lo sbarco con una due giorni di manifestazioni ed eventi per ricordare una delle più imponenti operazioni militari, che vide come teatro le coste a sud della Sicilia, tra cui quelle di Gela.

Operazione Husky Gela

Rappresentanti militari, civili e religiose partecipanti alla deposizione della Corona del 9 luglio

9 Luglio: prima giornata di eventi

Le manifestazioni hanno avuto inizio nel pomeriggio del 9 luglio con la deposizione di una Corona ai Caduti presso la lapide in viale Mediterraneo. Alla commemorazione erano presenti una delegazione di Americani di Sigonella, capitanati dal Comandante Manny Cordaro, le rappresentanze delle forze dell’ordine e autorità religiose, i rappresentanti di associazioni d’arma e dell’amministrazione comunale.
A seguire tutte le autorità militari, civili e religiose si sono mosse in corteo verso Palazzo Nocera, che Durante l’Operazione Husky venne occupato e reso sede del comando statunitense.

Operazione Husky Gela

Corteo di partecipanti verso Palazzo Nocera

Particolarmente suggestiva la visita della terrazza e degli appartamenti del Palazzo. I proprietari hanno aperto le porte della loro dimora e raccontato i ricordi di quei momenti. Qui è stato possibile ammirare cimeli della seconda guerra mondiale e provare a scrutare l’orizzonte come i soldati dell’epoca affacciandosi dalla terrazza.
Qui i militari americani hanno donato una medaglia ai rappresentati di tutte le forze dell’ordine.

Operazione Husky Gela

Il Comandante Manny Cordaro consegna le medaglie ai rappresentati delle Forze dell’ordine

10 Luglio: gli anglo-americani entrano nella città

Gli appuntamenti di commemorazioni continuano nella giornata di martedì 10 luglio. Il programma prevede:

  • alle ore 16.30 la deposizione di una Corona nel sacrario secondario del Cimitero monumentale e sul sacrario principale, in memoria di tutti i caduti;
  • alle ore 18.00 si potrà ammirare un aereo americano in sorvolo sui cieli di Gela,
  • alle ore 19.00 ci si recherà in visita al Palazzo Mattina, anch’esso sede del comando statunitense

Sarà possibile, inoltre, ammirare in Piazza Umberto I alcuni mezzi militare dell’epoca e una mostra di fotografia.

Un evento che coinvolge tutti

Nella notte tra il 9 e il 10 Luglio 1943 sbarcarono sulle coste tra Licata e Siracusa più di 180 mila soldati anglo-americani che «partendo proprio dalla Sicilia, volevano liberare l’Europa intera dalla dittatura nazzifascista», come ha voluto sottolineare Giuseppe Abbate, Presidente del Kiwanis Club.
Fu la più vasta operazione offensiva del Mediterraneo che, come dichiara Manny Cordero, Comandante del Reparto di Telecomunicazioni NCTS di Sigonella, «oggi ha una valenza più importante anche dello Sbarco in Normandia, senza lo sbarco in Sicilia quello in Normandia non sarebbe avvenuto».
L’intento dell’amministrazione comunale è di trasformare la commemorazione in un vero e proprio Evento per «rendere omaggio a tutti i militari caduti in guerra, senza distinzione perché in quel momento – come dichiara il vicesindaco Ing.S.Sicilianoognuno di loro si batteva per compiere il proprio dovere, e di far conoscere tutti i dettagli di una storia che vede Gela tra i protagonisti principali».

Operazione Husky Gela

Gruppo di Militari della Repubblica Ceca

Operazione Husky Gela

Rappresentati della Milizia del Tempio- Ordine dei poveri cavalieri di Cristo

Operazione Husky Gela

All’interno di Palazzo Nocera

Lidiana Zappietro

Autore: Lidiana Zappietro

Ingegnere edile-architetto con la passione per l’arte, la letteratura e la scrittura nata tra i banchi del Liceo classico.
Oggi, insegno a Milano in una scuola media ma il mio “cuore” è fortemente legato alla mia città natale, Gela!

Gela teatro dell’Operazione Husky: al via le manifestazioni per il 75° anniversario ultima modifica: 2018-07-10T11:46:56+00:00 da Lidiana Zappietro

Commenti

Più letti

To Top