CIBO E RICETTE

Un piatto della tradizione: a’ scacciata gelese

Scacciata che sardi e l'ovu sbattutu

Uno dei pezzi forti della tavola calda gelese è la tradizionalissima scacciata. Simile ad una pizza, ma più spessa e morbida. La scacciata gelese è fatta con l’impasto per il pane steso su teglia. Condita prevalentemente in due modi: bianca con acciughe, formaggio grattugiato, olive e uovo sbattuto; rossa con olive, formaggio grattugiato e salsa di pomodoro. La scacciata viene preparata nelle tavole calde e nei panifici del paese. Può essere un’ottima merenda da consumare per strada, in stile street food.

La Scacciata Rossa

La scacciata un cibo della tradizione gelese

La scacciata in Sicilia

Come per i sfinci in Sicilia, con il termine scacciata ci si riferisce a differenti preparazioni. Quindi è opportuno non confondere la scacciata gelese con le altre. Nelle zone del catanese, del messinese e del ragusano con il termine scacciata (scaccia nel ragusano) ci si riferisce ad un prodotto da forno fatto da due strati di pasta lievitata, ripieni di ortaggi, verdure e formaggi vari. Questa preparazione è più simile all’ impanata gelese. A Niscemi, invece, con il termine scacciata ci si riferisce a un prodotto da forno realizzato con la pasta per pizza cotta nel forno a legna. Una volta cotta viene condita con capuliato o sale e olio a crudo.

Scaccia Ragusana

la scaccia ragusana differente dalla scacciata gelese

Scacciata gelese bianca

La scacciata bianca con le sarde e uovo sbattuto è un prodotto da forno molto facile da preparare anche a casa. Vediamo come prepararla.

Ingredienti 4 persone:

  • 500 gr. di farina
  • 300 ml di acqua
  • 2 cucchiai d’olio EVO
  • 15 gr. di lievito di birra fresco o 6 gr. di lievito secco per pane
  • 5 filetti di acciughe sott’olio
  • 50 gr. di provolone piccante
  • 50 g. di olive nere denocciolate
  • 2 uova
  • 20 gr. cacio cavallo grattugiato o formaggio grana
  • origano q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 cucchiaino di sale (da tè)
  • 1/2 cucchiaino di zucchero

Procedimento:

Mescolate la farina con zucchero e olio. Unite il lievito di birra sciolto in un bicchiere di acqua tiepida e mescolate grossolanamente. Aggiungete il sale e man mano l’acqua tiepida necessaria ad ottenere una pasta soffice e morbida. Lasciate lievitare per almeno un’ora coprendo l’impasto con uno strofinaccio da cucina e una coperta. Ponete la pasta in una teglia unta con abbondante olio o la placca da forno. Stendetela con le mani unte d’olio. Lasciate lievitare un una mezz’ora.
Condite la pasta con provolone grattugiato, acciughe tagliate in pezzi, pepe e olive. Mettete in forno già caldo a 200 gradi  per circa 20 minuti. Sfornate e irrorate la superficie con uova sbattuteformaggio grattugiato e origano. Infornate il tempo necessario affinché le uova si rapprendano, circa 10 minuti.

Scacciata che sardi e l'ovu sbattutu

Scacciata bianca che sardi e l’ovu sbattutu.

Scacciata gelese ca’ sarsa.

Questa versione della scacciata gelese è molto più simile alla pizza rispetto alla variante bianca. La differenza sta senz’altro nello spessore della pasta, più alto, e nella sua sofficità.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr. di farina
  • 500 gr. di salsa di pomodoro
  • 300 ml di acqua
  • 4 cucchiai d’olio EVO (2 per l’impasto, 2 per il sugo)
  • 15 gr. di lievito di birra fresco o 6 gr. di lievito secco per pane secco
  • 2 filetti di acciughe sott’olio
  • 1 cipolla rossa
  • 20 gr. cacio cavallo grattugiato o formaggio grana
  • basilico q.b.
  • origano q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 cucchiaino di sale (da tè)
  • 1/2 cucchiaino di zucchero

Preparazione:

Mescolate la farina con il sale e 2 cucchiai di olio, unite il lievito di birra sciolto in un bicchiere di acqua tiepida e impastate energicamente aggiungendo man mano l’acqua. Dovrete ottenere una pasta soffice e morbida che non si attacchi alle mani. Lasciate lievitare l’impasto per almeno un’ora, coprendolo con un canovaccio da cucina e una coperta.
Nel frattempo preparate il condimento. Iniziate con soffritto di cipolla e olio. Poi aggiungete la salsa di pomodoro e il pepe nero, cuocete per circa 30 minuti a fiamma moderata, con coperchio. Una volta pronta aggiungete il basilico a pezzi e lasciate raffreddare.
Ponete la pasta in una placca da forno unta con abbondante olio di semi e stendetela con le mani unte d’olio. La pasta essendo molto elastica tenderà a ritirarsi di qualche centimetro, lavoratela con le mani fino a stenderla per tutta la larghezza della teglia. Condite con olive, salsa di pomodoro, origano e caciocavallo. Fate lievitare per un quarto d’ora, il tempo di riscaldare il forno e cuocete a 200 gradi per circa 25/30 minuti.

Scacciata ca' sarsa

Scacciata ca’ sarsa

Il piatto è servito, non resta che cimentarvi e gustare questa tradizionale bontà!

Giuseppe Abbaco

Autore: Giuseppe Abbaco

In arte PeppeGourmet, sono un blogger appassionato di cucina. Tra le mie passione ci sono anche la fotografia e il cinema.

Un piatto della tradizione: a’ scacciata gelese ultima modifica: 2018-09-27T17:50:01+00:00 da Giuseppe Abbaco

Commenti

Più letti

To Top